Home / Altre rubriche / Chi legge scrive / Gli asterischi sono una stupidaggine, non un’evoluzione linguistica

Gli asterischi sono una stupidaggine, non un’evoluzione linguistica

Condividi quest'articolo su -->

Alla base delle sciocchezze intorno agli asterischi c’è qualche cosa di molto più complesso di un semplice malinteso sul funzionamento della lingua e sul suo rapporto con il genere.

di Paolo Desogus

Dietro il loro impiego si nasconde infatti la convinzione – tipicamente neoliberale – secondo la quale è possibile cambiare la realtà modificando il linguaggio. Si tratta di una posizione sommamente antimarxista, nata dalla cattiva lettura di Gramsci, scambiato per Wittgenstein o quantomeno per la forma volgarizzata e post-strutturalista di Wittgenstein

Image result for gramsci painting

È vero, Gramsci ha affermato che nel linguaggio è possibile riconoscere le trasformazioni egemoniche, ma non ha mai sostenuto e anzi si è ben guardato dal sostenere che cambiando la lingua si potesse modificare la realtà.

Image result for asterisco lingua italia neutro

Al contrario, in tutti i suoi scritti sul linguaggio Gramsci ha attaccato duramente chi pretendeva di intervenire sui sistemi linguistici dall’alto, per decreto, come appunto tentano di fare i sostenitori dell’asterisco per la questione di genere.

La realtà si modifica sul piano materiale,

non su quello linguistico. E chi crede il contrario è subalterno alla cultura neoliberale, anche se si spaccia per un suo oppositore.

Image result for asterisco lingua italia neutro

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Il M5S ha bisogno di un apparato di propaganda, ed è già tardi

Dubito che qualcuno in Italia si ricordi di un episodio accaduto nei primi anni novanta …