Home / Altre rubriche / Chi legge scrive / Inquinamento odorigeno: c’è da preoccuparsi?

Inquinamento odorigeno: c’è da preoccuparsi?

Condividi quest'articolo su -->

CHI LEGGE SCRIVE

A seguito di molte segnalazioni, il Comitato Terrasana ha ottenuto un sopralluogo alla discarica di Pogliani. Nel pomeriggio del 20 dicembre sono stati convocati i tecnici della Provincia di Torino e di Arpa oltre al personale SMC e gli esponenti del Comitato. Il motivo della visita riguardava il problema dell?“inquinamento odorigeno”, non è certo facile abituarsi

CHIVASSO (TO) – Dopo una sana passeggiata sulle colline di spazzatura, passando da un maleodorante paesaggio all?altro, ossia dalla Chivasso “0”, gestita da SMC per conto di Seta S.p.a. ,si verifica la situazione presso i pozzi di captazione del biogas. Viene insomma rilevata una presenza di gas. Si prosegue alla “Chivasso 3”, la discarica dei rifiuti non pericolosi della SMC. Inquinamento odorigeno, o puzza nauseabonda che dir si voglia, non destano preoccupazione, la presenza delle ventole ad aria con enzimi per la riduzione dell?inquinamento sembrano lavorare alla perfezione. Chissà se fosse vicino a casa loro…direbbero le stesse cose?

La relazione, a conclusione della visita, non rileva nulla di preoccupante, nè da parte dei tecnici della provincia nè da parte dell?Arpa. Restano in dubbio gli effetti maleodoranti, nelle giornate di bassa pressione e senza vento, quando possono crearsi situazioni di ristagno dei gas in prossimità delle abitazioni di Crova e di Pogliani. I tecnici concludono sollecitando la società SMC a provvedere al più presto ad adottare tutte le tecniche e le misure necessarie, come da diffida recentemente emessa, a ridurre l?inquinamento odorigeno all?esterno dell’area della discarica.

Desolante, appare tutto sempre a posto e normale… certo, ma solo per chi non deve conviverci. Sorge spontanea una domanda. Terrasana volle ed ottenne un sostegno economico dal comune atto a sostenere le spese per avere un perito di parte che potesse fare analisi in discarica. Con la scorsa amministrazione gli vennero deliberati ben 24 mila euro, cifra che ci risulta accuratamente depositata su un conto corrente del Comitato, la curiosità sta nel fatto che nessun perito voglia effettuare questo lavoro, è lecito sapere il perchè? 

Nessun perito è in grado di sopportare la “puzza”?

Gli ambientalisti chivassesi

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Il M5S ha bisogno di un apparato di propaganda, ed è già tardi

Dubito che qualcuno in Italia si ricordi di un episodio accaduto nei primi anni novanta …