Home / Affari di Palazzo / Salvini e Di Maio trovano un accordo e fanno impazzire Mentana

Salvini e Di Maio trovano un accordo e fanno impazzire Mentana

Le ultime 48 ore sono state complicate per la tenuta del Governo gialloverde, ma alla fine Matteo Salvini e Luigi Di Maio sembrano aver ascoltato e compreso l’avvertimento lanciato dal premier Giuseppe Conte.

Con la conferenza stampa dell’altro giorno, il Primo Ministro ha infatti voluto destare dalla pausa elettorale i due principali rappresentanti di Governo, nell’ultimo periodo più impegnati in comizi e ristrutturazioni interne piuttosto che nel portare avanti i punti stabiliti nel contratto.

Infine, sembra che Salvini e Di Maio abbiano deciso di comune accordo di proseguire l’avventura del Governo del cambiamento.

Una decisione che ha comprensibilmente mandato in tilt le principali redazioni giornalistiche italiane, già pronte, champagne alla mano, a festeggiare l’eventuale caduta dell’attuale esecutivo. Tra tutte le voci del mainstream che più hanno dato per certa la fine dell’alleanza tra Lega e Movimento 5 Stelle vi è stato il redivivo Enrico Mentana con la sua nuova esperienza online.

Per mezzo di una serie di articoli pubblicati in maniera compulsiva, mitraglietta ha osato, come si suol dire, mettere il carro davanti ai buoi, venendo però smentito a distanza di pochissime ore.

Le profezie nella politica italiana non portano storicamente bene (chiedere a Piero Fassino) e Mentana, in questo caso, ci è cascato con disarmante ingenuità.

Ecco alcuni dei post pubblicati dalla pagina Facebook di Enrico Mentana con cui si preconizzava l’imminente fine del Governo:

 

Leggi anche:

Donna, nera e lesbica: la gaffe di Mentana sulla candidata americana

#Fakenews Mentana: rigirate le parole di Tajani su Mussolini

Di Gabriele Tebaldi

Gabriele Tebaldi
Classe 1990, giornalista pubblicista, collabora con Elzeviro dal 2011, quando la testata ha preso la conformazione attuale. Laurea e master in ambito di scienze politiche e internazionali. Ha vissuto in Palestina, Costa d'Avorio, Tanzania e Tunisia.

Cerca ancora

“A Londra ridono di Borghi”, l’ultima sciocchezza di Alan Friedman

Esistono giornalisti che, come lo statunitense Alan Friedman, godono inspiegabilmente di buona fama e reputazione, nonostante l’evidente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + sei =