Home / Affari di Palazzo / Diamo un senso al pianto greco della Bonino

Diamo un senso al pianto greco della Bonino

Image may contain: 1 person

Una questione di poltroncine negate e soldini pubblici sottratti alla radio di partito.

Nel passato di Emma Bonino spicca la cosiddetta disobbedienza civile che la portò, a suon d’aborti clandestini ed altre simil tragedie, a braccetto con Pannella.

Per tali azioni disobbedienti (leggasi, criminali), otterrà il divieto a procedere ratificato dalla Camera. Quella stessa Camera della quale è divenuta campionessa indiscussa di sopravvivenza parlamentare.

La signora, leader dello zero virgola,

è al momento a capo della sparuta compagine parlamentare di +Europa. Nel suo CV si nota il voto a favore dell’abolizione dell’articolo 18, il suddetto galleggiamento parlamentare da record: 30 anni (conquistando seggi e ministeri nonostante le solite ridicole preferenze raggiunte), ma pure il suo candido benestare a tutti gli ultimi “conflitti umanitari” più sanguinosi: dalla Serbia, alla Libia, passando per l’Afghanistan.

Dopodiché, ieri, prende la parola in Senato,

singhiozza per il mancato rispetto verso le istituzioni e qualcuno – inopinatamente – la celebra come baluardo di umanità. Le sue lacrime sono lacrime di coccodrillo.

Andando ad indagare la ragione di queste, si può notare come l’attuale sia uno dei pochi governi dall’inizio della Seconda Repubblica che non ha conferito sottosegretariati, ministeri o poltrone da Commissario Europeo ad esponenti del Partito Radicale o delle liste di questo eredi.

L’accozzaglia Di Maio Salvini ha perfino tagliato di un terzo (5 milioni) i fondi a Radio Radicale, dai cui microfoni i Radicali pontificavano impunemente sulle virtù dell’austerità.

Negli ultimi decenni c’era sempre stata una fetta di potere e di finanziamenti, più o meno condivisibili, sicuramente discutibili, a favore dei Radicali, ma quest’ultimo governo li ha ridotti. Ecco che il piantino di Bonino per il presunto tremendo attacco alla democrazia, si spiega perfettamente ed altrimenti.

Cerca ancora

Quell’opposizione personalizzata che aiuta Salvini

L’esperienza del ventennio berlusconiano non sembra aver insegnato nulla al sistema partitico sull’ABC dell’opposizione: la …