Home / Affari di Palazzo / Politica interna / In attesa del lockdown della stupidità

In attesa del lockdown della stupidità

Condividi quest'articolo su -->

Lo spettacolo dei governatori del nord, sul piede di guerra contro il lockdown, è davvero avvilente.

di Paolo Desogus
Dopo trent’anni di malgoverno, di retorica dello sviluppo e dell’efficienza le amministrazioni del nord hanno il coraggio di aprire bocca. Come se non bastasse, sono appoggiate dalla stampa, che curiosamente attacca la Lega a livello nazionale, ma non perde occasione per difenderla quando è in sella alla regione, nonostante gli esiti disastrosi delle sue politiche.

In tutto questo c’è però qualcosa di persino peggiore.

Alla fine della crisi sanitaria le regioni del nord procederanno ancora verso l’autonomia differenziata, ovvero verso la secessione del nord dal resto del paese. L’autonomia differenziata purtroppo non ha oppositori nel paese. Il PD è addirittura un suo promotore con il “leghista entrista” Bonaccini. Eppure avremmo bisogno di muoverci proprio nella direzione opposta. La crisi del coronavirus ha mostrato quanto sarebbe importante tornare a una centralizzazione della sanità e restituire allo stato centrale le sue prerogative.
In attesa del lockdown della stupidità, la triste morale è che la Lega infastidisce e crea moti di protesta quando usa toni razzisti, mentre lascia invece indifferenti gli stessi ben pensanti quando traduce il suo razzismo in politiche concrete, come nel caso dell’autonomia differenziata.
Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Le panzane “intellettuali” sull’Esercito Europeo

Ho letto sul Corriere della Sera un pezzo di Paolo Mieli che considero davvero illuminante. …