Home / Affari di Palazzo / Politica interna / Dieci buoni motivi per uscire dall’Eurozona

Dieci buoni motivi per uscire dall’Eurozona

I Riconquista del sacrosanto principio di autodeterminazione dei popoli, sancito nel Capitolo I nel primo articolo della carta delle Nazioni Unite. Il popolo italiano avrebbe così il diritto di scegliere democraticamente il proprio governo.

II Uscita dalle restrittive politiche di bilancio attuate dal Direttorio franco-tedesco. L’Italia potrebbe così sviluppare autonomamente la propria economia secondo le caratteristiche consone alla nazione.

III Uscita dal sistema BCE con conseguente riacquisizione della sovranità monetaria.

IV Possibilità di svalutare e rivalutare la moneta nazionale in base alle esigenze del Paese.

V Con l’uscita dal sistema BCE le banche private italiane non avendo più moneta europea da prestare allo Stato, sarebbero costrette a cedere la sovranità monetaria allo Stato stesso, con conseguente annullamento del debito pubblico.

VI Fine dei meccanismo di suggestione collettiva legati all’altalenanza dello spread.

VII Opportunità per lo Stato Italiano di stampare carta moneta in maniera autonoma.

VIII Fine dell’emissione di contributi economici italiani volti a stabilizzare situazioni definite “d’emergenza” dagli alti salotti europei.

IV Tagli sulle spese elettorali ( non si dovranno più eleggere eurodeputati).
X Fine di qualsivoglia ingerenza dell’Ue in ambito politico, economico, sociale e soprattutto culturale.

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La Chiesa a gamba tesa sulle Regionali: “Si all’Europa, no al sovranismo”

I vescovi della regione si schierano con un documento ufficiale: i politici difendano la Costituzione, …