Home / Affari di Palazzo (pagina 268)

Affari di Palazzo

Qualcosa da proporre oltre l’immediato

Chi scrive incarna un movimento antieuropeista nei confronti della BCE, della UE e del FMI. Ci si oppone chiaramente a questa configurazione pro banche, ma non ad un’Europa intesa come soggetto politico basato sull’autodeterminazione dei popoli. Basta con la manfrina del “rischio Grecia” ( default, bancomat chiusi ecc.) sottolineata da …

Leggi tutto »

«Chi lo segue farà la fine dei topi di Hamlin»

«FACCIAMOGLI VEDERE CHE FARANNO LA FINE DEI TOPI DI HAMLIN QUELLI CHE SEGUONO LUI»Chi scrive non avrebbe più voluto parlare di Monti fin dopo le elezioni, ma è costretto a farlo- A “Porta a porta” (14/1), il premier uscente che sogna – di essere rientrante- parlava più velocemente del solito …

Leggi tutto »

L’anno del bebè

Passate le due manifestazioni studentesche dell’autunno, la protesta popolare produce il rumore poderoso di come quando cade la neve sulla neve. Un silenzio cosmico! D’altronde in Italia per trovare ancora una persona che ragioni con la testa sua o che mostri gesta di rivolta è cosa ardua: molto più facile incontrare un chiosco di gelati …

Leggi tutto »

Il candidato del Ppe è Monti, Berlusconi a rischio espulsione

“E’ giunta l’ora che certe eminenze straniere si cuciano la bocca dinanzi al conflitto pre-elettorale di un paese diverso dal loro”.I conservatori di centrodestra europei, dimentichi che il Pdl, partito a vocazione personale di Berlusconi, è il primo partito in seno alla coalizione, minacciano di espellere il Cavaliere per alcune sue affermazioni …

Leggi tutto »

Quando la Boccassini ha ragione…

Ha ragione la Boccassini stavolta: sospendere il processo Ruby (per quanto sia un processo farsa) perché c’è la campagna elettorale non è legittimo impedimento.: B. non è candidato premier né segretario del Pdl. Ne è solo il padre, se volete “padre nobile”, pur non essendoci nulla di nobile in una …

Leggi tutto »

Dopo Berlusconi, il migliore è ancora Berlusconi

Complimenti vivissimi al 76enne presidente del PDL. Nessuno lo può battere in campagna elettorale. Un gigante in mezzo ai nani. Ha dimostrato coraggio e personalità da vendere in un confronto-scontro storico, che ha tenuto incollati alla TV 9 milioni di Italiani. Iniziata la trasmissione con le note spagnole di “Granada”, …

Leggi tutto »

Parola d’ordine: Rigenerazione politica

Rinascimento, risorgimento, rinnovamento, rivoluzione e riformismo sono parole obsolete: lasciamole dormire nei vocabolari. Ci vuole un partito col 51%; non coalizioni del 30% – 35% ottenuto con temporanee alleanze faticose ed affaticate che non risolvono il problema di fondo. Ci vuole una maggioranza assoluta che non dia scampo ai banchieri …

Leggi tutto »