Home / Affari di Palazzo / Negare i (seppur pochi) effetti collaterali è violenza

Negare i (seppur pochi) effetti collaterali è violenza

Condividi quest'articolo su -->

Gli effetti collaterali da vaccino – come corroborato da numerose pubblicazioni scientifiche – esistono. Numeri certamente non di impatto sul piano statistico, ma più che sufficienti a condannare il fenomeno di coercizione morale messo in atto da politica ed organi di informazione.

Andrea Zhok

Lo scorso 8 settembre è morta in provincia di Udine G.L., una ragazza di sedici anni, per un arresto cardiaco all’indomani della seconda dose di Pfizer. Cinque giorni dopo, il 13 settembre, è morta nell’ospedale di Bari M.E.A. di quattordici anni, entrata in coma un mese prima, all’indomani della seconda dose del vaccino.

In altri periodi quando un adolescente moriva all’improvviso in questo modo, magari in un campo di calcio o in una palestra, la notizia diventava subito nazionale. Si cercava il perché di questo evento scioccante e contro natura.

Non nell’anno due dell’era Covid, dove la pluralità di casi di inspiegabili malori improvvisi piovuti quest’estate in soggetti insospettabili non ha praticamente mai raggiunto la Libera Stampa Nazionale, rimanendo eventi relegati alla cronaca locale.

Le autopsie, ça va sans dire, sanciranno l’assoluta mancanza di connessioni causali. Infatti per certificare la connessione causale attraverso un’autopsia noi dovremmo conoscere il meccanismo organico che produce quell’esito, ma si dà il caso che non lo conosciamo, visto che si tratta di sostanze e nessi nuovi, tutti da esplorare.

Sappiamo solo, statisticamente, che ci sono correlazioni tra certi tipi di “vaccino” anti-Covid e alcuni problemi cardiaci, e sappiamo che ci sono correlazioni tra il medesimo “vaccino” e riattivazioni severe di stati infiammatori, ma non conoscendo il meccanismo fisiologico sottostante è assai implausibile che un nesso causale venga accertato per via autoptica.

Dunque, la situazione oggi è tale che anche se una sedicenne muore per arresto cardiaco dopo aver assunto una dose di una sostanza correlata con problemi cardiaci, le chance che questo evento venga messo nella casella classificatoria “Nessuna Correlazione” sono altissime.

Ma a parte questi tecnicismi, il punto è che io non riesco a pensare senza star male a quei genitori che sono stati chiamati a firmare un ridicolo “consenso informato”, su informazioni che non aveva nessuno. Immagino che preghino giorno e notte che gli dicano che è stata una semplice fatalità, che con quell’assenso non hanno giocato nessun ruolo. Perché altrimenti è qualcosa da uscirne pazzi.

Ecco, io quello che mi chiedo in questi casi è se chi sta applaudendo da settimane al Green Pass, chi sta sversando il proprio disprezzo sui non vaccinati come novelli caini, chi da settimane fa la ola per la vaccinazione forzosa di bambini e ragazzi, studentesse e studenti, donne incinte e in allattamento, persone con patologie che non concedono esenzione, ecc.,

Quello che mi chiedo è se tutta questa gente abbia da qualche parte un briciolo di coscienza. Se si rendono conto del livello di violenza, innanzitutto psicologica, che stanno esercitando. Mi chiedo se capiscano che con il loro tifo da stadio, con i loro giudizi apodittici basati sul nulla – o su meno di nulla (il Tiggì) potrebbero aver contribuito a far morire degli innocenti (e io sono CERTO che vi hanno contribuito).

Mi chiedo come possano aver creduto legittimo giocarsi alla roulette russa delle vite altrui sulla base di pile di ignoranza e tifo sportivo, senza che un dubbio si sia mosso dentro di loro. Già, perché non crediate che il fatto di essere stati fuorviati dai tecnici governativi e dai giornali di servizio vi renda innocenti.

Quando in altri momenti, altri tecnici governativi e altri giornali da riporto davano resoconti fuorvianti che vi toccavano direttamente il portafoglio, eravate tutti pieni di vigilanza critica e sospetti virulenti. Ma qui no. Qui nessun dubbio. Anzi chi ha un dubbio è tacciato serenamente di essere un traditore, un “evasore vaccinale” o simili oscenità.

Ecco, non proseguo perché il senso di nausea è semplicemente troppo per continuare. Aggiungo solo in coda un po’ di documentazione (che avevo già reso nota). In verità non ci dovrebbe essere bisogno di nessuna documentazione, perché il semplice fatto di forzare la mano ad altri esseri umani a fare qualcosa che essi temono, dovrebbe suonarvi come una violenza su cui riflettere venti volte.

A maggior ragione se non sai se la cosa cui li forzi sia per essi buona o cattiva. Ma la verità è che noi già sappiamo che quella cosa cui stiamo forzando il nostro prossimo PUO’ essere dannosa, e sappiamo che per alcuni, magari pochi, SARA’ dannosa. E se ciononostante ci sentiamo in diritto di imporglielo con noncuranza, qui per me gli argomenti finiscono e resta solo il disgusto.

Segue sotto una selezione degli articoli già pubblicati su riviste scientifiche che rilevano in varie forme e modi, una serie di effetti collaterali già riscontrati. (NB: siamo appena a 9 mesi dalla prima somministrazione – laddove un articolo scientifico ci mette 4-6 mesi o più solo per essere costruito, approvato e pubblicato).

• Pomara C., et al. Post-mortem findings in vaccine-induced thrombotic thombocytopenia https://haematologica.org/article/view/haematol.2021.279075

• Perry et al., “Cerebral venous thrombosis after vaccination against COVID-19 in the UK: a multicentre cohort study”, in The Lancet

• Saif Abu Mouch, et al., Myocarditis following COVID-19 mRNA vaccination, in Vaccine (https://doi.org/10.1016/j.vaccine.2021.05.087);

• Supriya S. Jain et al., COVID-19 Vaccination-Associated Myocarditis in Adolescents, in Pediatrics, 2021 – doi: 10.1542/peds.2021-053427 https://pediatrics.aappublications.org/…/peds.2021-053427

• George A. Diaz et al., Myocarditis and Pericarditis After Vaccination for COVID-19

• Montgomery et al., Myocarditis Following Immunization With mRNA COVID-19 Vaccines in Members of the US Military, https://jamanetwork.com/…/jamacardi…/fullarticle/2781601

• Bakir M, Almeshal et al., Toxic Epidermal Necrolysis Post COVID-19 Vaccination – First Reported Case, in Cureus 13(8): e17215. doi:10.7759/cureus.17215

• Nouara Yahi et al., Infection-enhancing anti-SARS-CoV-2 antibodies recognize both the original Wuhan/D614G strain and Delta variants. A potential risk for mass vaccination?, in Journal of Infection

• Cheng et al., Factors Affecting the Antibody Immunogenicity of Vaccines against SARS-CoV-2: A Focused Review

• Watad et al, Immune-Mediated Disease Flares or New-Onset Disease in 27 Subjects Following mRNA/DNA SARS-CoV-2 Vaccination

• Talotta, R., Do COVID-19 RNA-based vaccines put at risk of immune-mediated diseases? In reply to “potential antigenic cross-reactivity between SARS-CoV-2 and human tissue with a possible link to an increase in autoimmune diseases

• Correa e al., “Neurological symptoms and neuroimaging alterations related with COVID-19 vaccine: Cause or coincidence?” https://www.ijidonline.com/…/S1201-9712(20…/fulltext
Condividi quest'articolo su -->

Cerca ancora

Cacciari torna nell’alveo antidemocratico e propone la combo Draghi PdR+PdC

Ieri in poche ore abbiamo assistito a uno spettacolo a dir poco sconcertante prima con …