Home / Affari di Palazzo / Kanye West, un rapper candidato per la Casa Bianca?

Kanye West, un rapper candidato per la Casa Bianca?

Condividi quest'articolo su -->

Nella giornata di sabato, il famosissimo rapper americano Kanye West ha annunciato la sua candidatura come presidente alle elezioni americane che si svolgeranno questo novembre.

Il tweet ha avuto un’ampiezza mediatica devastante. Oltre ai suoi quasi 30 milioni di follower è stato immediatamente ripostato da Kim Kardashian, moglie di West, una delle maggiori influencer degli Stati Uniti. Inoltre ha ricevuto l’immediato supporto di Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e non nuovo ad uscite  stravaganti.

 

Un rapper, nero, ma repubblicano

A lasciar perplessi tutti quanti, è il fatto che West supporti apertamente il presidente Donald Trump. Cosa che, nel mondo della musica, è più unica che rara. La maggioranza assoluta dei rapper è schierata contro l’attuale presidente, anche in maniera veemente. Nel 2016 si era presentato alla Casa Bianca per manifestare il suo supporto al neo presidente. Per l’occasione indossava addirittura il famigerato cappellino con su scritto “Make America great again“.

Intenzioni serie?

La domanda che in molti si fanno è se le intenzioni di West siano serie o se non sia solamente una mossa pubblicitaria. Alcuni ipotizzano anche che sia semplicemente una strategia per aumentare i voti di Trump rispetto a Biden. Il rapper conquisterebbe probabilmente i voti di molti afroamericani, soffiandoli al candidato democratico. In passato, Kanye West aveva già dichiarato che avrebbe corso per le elezioni del 2024,  sull’affermazione persisteva quindi un’aurea di inverosimilità. La decisione di anticipare è stata quindi accolta da tutti con  sorpresa ma anche con grande incertezza. Attualmente non è chiaro se si tratti di uno “scherzo” per far schizzare l’audience del suo prossimo disco, o se le intenzioni siano serie.

 

L’impresa è ardua

Qualora West volesse davvero candidarsi, gli ostacoli che si frappongono fra lui e le elezioni di novembre appaiono quasi insormontabili. Il rapper si candiderebbe come “indipendente” e la scadenza per potersi candidare come tale è già arrivata in molti stati. L’America vanta solo due presidenti “indipendenti”: ovviamente il primo, George Washington, e John Taylor. Kanye West dovrebbe poi imbastire un’intera campagna elettorale quando mancano meno di quattro mesi alle elezioni.  L’unica eccezione potrebbe essere quella di candidarsi come write-in: il nome del candidato deve essere scritto per intero sulla scheda elettorale. In passato, il write-in è stato utilizzato in circostanze particolari alle primarie presidenziali anche da futuri presidenti, come John Fitzgerald KennedyRichard Nixon e Franklin Delano Roosevelt.

 

Leggi anche:

Come il Coronavirus influenzerà le elezioni americane

 

 

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Il ricatto di Laura Boldrini

Laura Boldrini ha accusato Mattia Feltri di averla censurata su Huffington Post, giornale online diretto, …