Home / Affari di Palazzo / Esteri / Sposa-bambina

Sposa-bambina

“Kuritary Buri” è un vecchio detto del Bangladesh che significa «Le ragazze bengalesi diventano anziane quando compiono 20 anni».

E’ da qui che ha origine il fenomeno delle spose-bambine.

«Quando avevo 14 anni ero considerata un peso dalla mia famiglia – racconta Samira, assistita dall’associazione Girls Not Brides che in Bangladesh lotta contro il fenomeno delle spose bambine-. Sono stata obbligata a sposarmi con un uomo che aveva più del doppio della mia età, 35 anni».

Girls not Brides, che include 650 associazioni che lottano contro il fenomeno suddetto, scrive in un comunicato “Abbiamo lavorato con migliaia di ragazze che sono state costrette a lasciare la scuola, a sposarsi presto, a portare le cicatrici della gravidanza, a passare la vita con i loro aguzzini, costrette a dipendere anche economicamente da loro. Questo è semplicemente inaccettabile».

In Bangladesh il 52% delle ragazze si sposa prima dei 18 anni sebbene il Governo abbia varato il Child Marriage Restraint Act 2016, un nuovo regolamento con una norma che consente il matrimonio con i bambini in «casi speciali», ad esempio se una ragazza rimane incinta «accidentalmente» o «illegalmente», o se il matrimonio «protegge il suo onore» e «la reputazione della famiglia».

Spesso e volentieri, però, la legge non viene rispettata e la pena per i trasgressori serve a mala pena da deterrente.

Insieme a Niger, Repubblica Centrafricana, Ciad, Mali, Guinea, Sud Sudan e Burkina Faso, il Bangladesh è tra gli otto Paesi al mondo con i più alti tassi di matrimoni precoci.

 

Di Ilaria Riggio Lopane

Avatar

Cerca ancora

Il bazooka di Trump e il pistolino dell’Unione europea

La più grande manovra economica della storia americana adottata dal Presidente Donald Trump mette a …