Home / Affari di Palazzo / Esteri / L’Unione europea dichiara guerra alle pensioni

L’Unione europea dichiara guerra alle pensioni

Un recente rapporto commissionato dall’europarlamentare della Linke Martin Schirdewan si è preso la briga di studiarsi tutte le raccomandazioni formulate dalla Commissione europea nell’ambito del Patto di stabilità e crescita e della Procedura per gli squilibri macroeconomici tra il 2011 e il 2018.

I risultati sono agghiaccianti. Lo studio mostra come, oltre ad insistere ossessivamente sulla riduzione della spesa pubblica, la Commissione si sia concentrata in particolare sulla riduzione della spesa relativa alle pensioni, alle prestazioni sanitarie e all’indennità di disoccupazione, oltre a chiedere il contenimento della crescita salariale e la riduzione delle misure di garanzia della sicurezza sul lavoro.

In particolare, dall’introduzione del semestre europeo

nel 2011 fino al 2018, la Commissione ha formulato ben 105 raccomandazioni distinte nei confronti degli Stati membri affinché aumentassero l’età pensionabile e/o riducessero la spesa pubblica relativa alle pensioni e all’assistenza per gli anziani. Inoltre, ha anche formulato 63 raccomandazioni ai governi affinché riducessero la spesa per l’assistenza sanitaria e/o esternalizzassero o privatizzassero i servizi sanitari.

Infine, la Commissione ha formulato 50 raccomandazioni volte a reprimere la crescita dei salari e 38 raccomandazioni volte a ridurre la sicurezza sul lavoro, le tutele occupazionali contro il licenziamento e i diritti di contrattazione collettiva di lavoratori e sindacati.

E poi ci vengono anche a chiedere perché siamo contro l’Unione europea.

 

Dalla pagina Facebook PIIGS The Movie

 

Leggi anche:

Le pensioni dei cugini maleducati

 

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Il Regno Unito pagherà l’80% dei salari a tutti prima che passi la tempesta

Criticare Boris Johnson perché “ha sbagliato approccio” nella lotta al coronavirus, è un divertimento italiota …