Home / Affari di Palazzo / Esteri / Come il Coronavirus influenzerà le elezioni americane

Come il Coronavirus influenzerà le elezioni americane

Condividi quest'articolo su -->

Per gli Stati Uniti d’America la pandemia di Covid-19 si sta dimostrando, oltre che un’importante sfida per il sistema sanitario e  quello economico, un palcoscenico in vista delle elezioni presidenziali in programma a novembre.

La gestione da parte di Donald Trump sta suscitando non pochi dubbi nell’elettorato americano e ciò potrebbe costargli la rielezione.

Approccio sbagliato

In linea con il suo omologo europeo, Boris Johnson, il presidente americano ha in prima battuta sottovalutato l’entità del virus. Solo in un secondo momento si è reso conto che se tutti gli altri leader europei stavano applicando una qualche forma di  lockdown forse un motivo c’era.

Il danno ormai era fatto e i due paesi anglofoni stanno ora per conquistarsi le non tanto ambite prime due posizioni nella classifica dei deceduti. Attualmente alcuni governatori stanno iniziando a riaprire i loro Stati, senza però seguire le direttive della Casa Bianca che prevede la riaperture solo a seguito di un calo dei contagi di quattordici giorni consecutivi.

Chi sta soffrendo di più

Le disuguaglianze sociali sono destinate ad emergere nelle situazioni di crisi e questa legge si sta dimostrando vero anche questa volta. Il dipartimento sanitario di  New York riporta che i residenti afroamericani e ispanici hanno il doppio della possibilità di morire di Covid rispetto agli altri abitanti della Grande Mela.

I motivi sono molteplici: la possibile presenza di malattie pregresse causate dalla cattive abitudini sanitarie delle fasce più povere della popolazione; l’assenza dello spazio necessario per potersi isolare in caso di positività al virus; la difficoltà per questi a lavorare in remoto e, ovviamente, la difficolta da parte dei meno abbienti di avere un’assicurazione sanitaria.

Come cambieranno le elezioni

Proprio per queste ragioni il candidato Joe Biden potrebbe vedersi aumentate le probabilità di vittoria. Afroamericani e ispanici tendono a votare il senatore del Vermont Bernie Sanders ma, nelle elezioni del 2016, quando quest’ultimo aveva perso le primarie democratiche contro Hilary Clinton, questo gruppo di elettori aveva preferito rivolgersi al conservatore Donald Trump.

Ora invece Bernie Sanders, cercando di non ripetere lo stesso errore, nel momento del suo ritiro nella corsa alle primarie democratiche, ha già appoggiato la candidatura di Joe Biden. È probabile quindi che la fascia di elettori sopra citati deciderà di rivolgersi all’ ex vice presidente di Obama, nella speranza che le disuguaglianze sociali che dividono il paese americano possano iniziare ad attenuarsi.

Si sta discutendo sulla possibilità di un voto

via posta a novembre, ipotesi osteggiata dai repubblicani. Il candidato democratico Joe Biden propone i seggi drive in, ma un’ ipotesi più organica è quella di scaglionare l’afflusso degli elettori nei seggi fisici nell’arco di 20 giorni, in modo da evitare affollamenti. In ogni caso è molto difficile che si svolgano le manifestazioni che hanno contraddistinto da sempre le campagne elettorali americane. Questo potrebbe sfavorire Donald Trump, poiché non potrebbe far leva sulle sue abilità da demagogo che suggestionano e convincono tanti elettori.

È probabile che se le elezioni si svolgessero in questo periodo a vincerle sarebbe il candidato democratico Joe Biden. In questi ultimi anni il dibattito politico è stato storpiato da un generale senso di smarrimento nei confronti delle istituzioni.

I politici hanno fatto leva su ciò che la gente voleva sentirsi dire pur di conquistare l’opinione pubblica, permettendo alle élite delle società di rimanere al potere e di mantenere i propri privilegi. È universalmente risaputo che le grandi crisi portano a grandi cambiamenti, la speranza è quindi che la politica torni ad affrontare i problemi reali dei cittadini, mettendo da parte popolarità mediatica e tornaconti personali.

 

Leggi anche:

Il coronavirus e la mutazione genetica di Trump

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La truffa del tampone: la Germania beffa l’Europa

Dalle ultime rilevazioni la Germania risulta come il Paese con meno contagi da Corona-virus in …