Home / Affari di Palazzo / Qualsiasi cosa accada, non incolpate Boris Johnson

Qualsiasi cosa accada, non incolpate Boris Johnson

Condividi quest'articolo su -->

Le inequivocabili dichiarazioni del neo primo ministro britannico lasciano presagire un possibile terremoto in seno all’UE. E come in tutti i terremoti politici, è bene ricordarsi come l’ultimo arrivato non sia la causa del problema, ma solo un effetto di altrui disastri.

di Giuseppe Masala

Intanto Boris Johnson oggi sarà eletto Primo Ministro britannico. Dietro la facciata di istrione imprevedibile si nasconde una persona di grandissima cultura. Di gran lunga il politico più colto d’Europa operante al momento. Ha promesso che il 31 Ottobre la Gran Bretagna lascerà l’Unione Europea con o senza accordo con l’Entità di Bruxelles.

Speriamo bene, ma sarà difficile; le quinte colonne interne e l’Entità Europoide venderanno cara la pelle e faranno di tutto affinchè la Gran Bretagna non esca dall’Europa.
L’uscita sarà un potente colpo alla credibilità del IV Reich, ma sarà anche un colpo mortale alle sue velleità geopolitiche. Il resto – qualora la Brexit si verificasse – sarà solo una conseguenza che si disvelerà nel corso degli anni futuri.

Il neo primo ministro con il suo predecessore Theresa May

Qualunque cosa accadrà nei prossimi decenni, si tenga comunque sempre a mente che le responsabilità politiche e morali saranno da addebitare ai tedeschi e ai nord europei in generale. Hanno creato un’Europa a cerchi concentrici, hanno accumulato un surplus commerciale mostruoso utilizzando qualunque mezzo, lecito e illecito, hanno fatto blocco all’interno della brucrazia europoide spingendo tutte le decisioni a loro esclusivo vantaggio.

Soprattutto non affrontano i nodi strutturali che rendono l’Europa una realtà profondamente antidemocratica e disfunzionale economicamente. Per giunta, con l’aggravante di nascondere queste manchevolezze con fughe in avanti pericolosissime:<<Abbiamo bisogno degli Eurobond e di un sistema fiscale uniforme per risolvere il problema degli squilibri tra paesi in surplus e in deficit dell’Area Valutaria? Non se ne parla, facciamo l’Esercito Unico Europeo ovviamente dove comanderemo noi!>>. Questa è l’Entità Europoide.

Non potrà che finire male. E la colpa sarà dei nordici.

Condividi quest'articolo su -->

Cerca ancora

Diagnosi del tumore al seno a casa possibile grazie all’invenzione di Judit Giró Benet

Si chiama Judit Giró Benet la giovanissima studentessa di biomedica vincitrice dell’International 2020 James Dyson …