Home / Affari di Palazzo / Esteri / Ius soli, Ius servitutis

Ius soli, Ius servitutis

Ius soli, diritto del suolo è in realtà la bella maschera di uno ius servitutis, diritto alla schiavitù, permanente.

La globalizzazione, le forze immani dei grandi aggregati economici hanno trasformato la schiavitù in un diritto per tutti. Il diritto per tutti di poter abbandonare la propria terra, distrutta dal mercimonio dei trafficanti d’armi, dei trafficanti del petrolio e dei dollari. Il diritto dei più disperati di diventare schiavi salariati in una nuova società, che potrà offrire un buon lavoro sottopagato, flessibile e a tempo determinato.

Lo ius soli è l’arma giuridica dei criminali della globalizzazione, decorata come promessa di un futuro migliore per chi possibilità non ha finora avute. La Camera dei Deputati italiana si è così piegata per l’ennesima volta alla volontà della finanza internazionale che ormai tutto manovra e tutto permea, dalle istituzioni nazionali fino a quelle sovranazionali.

La stessa Onu ha già in mente un “piano di ripopolamento” dell’Italia, in cui gli immigrati dovranno sostituire nel tempo la forza lavoro italiana autoctona perché progressivamente troppo vecchia e inadatta. Poveri senza identità, senza radici e cultura pronti a offrirsi al minor prezzo possibile per lavorare. Questo è il piano, evidente, sfacciato e purtroppo chirurgico. Di chi?

Ci sono nomi e cognomi delle persone che smuovono immani flussi di capitali, come George Soros, una delle persone più ricche del pianeta, che ha fondato la “Open Society”, il cui nome suggerisce già l’idea della società desiderata da tale persona. Come Soros esistono molti altri personaggi che stanno portando avanti questo piano criminale, con la complicità di politici mai eletti da noi cittadini.  

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Volo ucraino: gli iraniani danno una lezione di stile agli Stati Uniti

L’aereo passeggeri ucraino che recentemente si è schiantato nella capitale iraniana è stato abbattuto a causa …