Home / Affari di Palazzo / Esteri / Nuove sanzioni Ue contro Putin, scatta l’ira del Cremlino

Nuove sanzioni Ue contro Putin, scatta l’ira del Cremlino

Condividi quest'articolo su -->

Il presidente uscente dell’Ue Van Rompuy, noto per non essere amato e voluto dalla maggior parte dei cittadini europei, ha confermato l’entrata in vigore delle nuove folli sanzioni imposte alla Russia. Folli perché vanno a danneggiare quella che era diventata un’area di interscambio commerciale conveniente per l’Europa, e di cui proprio ora non si può fare a meno.

Il pacchetto di sanzioni comprende restrizioni all’accesso al mercato europeo dei capitali da parte delle banche e delle principali società petrolifere e della difesa russe. estensione della lista del divieto di export per le tecnologie a uso sia militare che civile e di prodotti per la ricerca e la produzione di petrolio in acque profonde e nell’Artico.

Insomma una sonora bastonata all’economia russa i cui effetti si ritorceranno ovviamente anche su di noi. La risposta del Cremlino non si è fatta attendere e per bocca del consigliere economico Belousov ha dichiarato l’intenzione di limitare l’importazione di auto e alcuni prodotti industriali leggeri. La volontà europea di asservirsi, permetteteci il termine, a “ginocchioni” ai dettami di Washington ha superato qualsiasi confine di logica e razionalità.

L’Ue, ormai organismo fantoccio manovrato dal triumvirato Merkel-Obama-Draghi, dimostra così di avere ben più a cuore la propria subalternità rispetto al feudatario americano, piuttosto che l’interesse dello sviluppo economico europeo, che in questo momento non può prescindere da un partner come la Russia. 

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

Il passaporto dei ricchi: potranno fare la quarantena in posti esotici

Il CIP (Citizen by Investment Program) è un programma di investimento finalizzato ad ottenere la …