Home / Affari di Palazzo / Economia e finanza / Si vuole abolire quota cento, ma il presidente dell’Inps si aumenta lo stipendio

Si vuole abolire quota cento, ma il presidente dell’Inps si aumenta lo stipendio

Condividi quest'articolo su -->

Ho capito male oppure: mentre è praticamente certa l’abolizione di quota cento il dibattito politico resta saldamente incentrato sull’esigenza di aumentare ulteriormente l’età pensionabile e tagliare le pensioni per le solite esigenze di bilancio.

di Antonio Di Siena

È sicuro che, nel prossimo futuro, i giovani lavoratori italiani avranno diritto soltanto alla pensione minima. E solo se gli va bene.
Si ripete quotidianamente che senza migranti non ci sono soldi per pagare le pensioni a tutti gli italiani.

Ebbene in questo florido contesto il presidente dell’INPS

l’istituto che durante il lockdown non è stato capace di erogare manco i sussidi d’emergenza, ha ben pensato di aumentarsi da solo lo stipendio del 142%?

E c’è pure gente che lo difende?

Diciamolo chiaro: sta roba è uno schifo incontentabile. E non esiste nessun argomento filosofico-giuridico che possa seriamente sostenere il contrario.

Gli italiani stanno alla canna del gas.
Un aumento di stipendio in questo momento storico è solamente uno schiaffo in faccia alla miseria.
Nient’altro che una smargiassata da Marchese Del Grillo. Ci vuole decoro pure per magnare.

 

Leggi anche:

Le macerie dell’Italia dopo trent’anni di Unione Europea

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

La disoccupazione naturale: il vero obiettivo della BCE

Per i programmi di acquisto di titoli attivati dalla BCE a partire dal 2011 sono …