Home / Affari di Palazzo / Economia e finanza / Le élites conoscono Marx, e lo applicano a loro vantaggio

Le élites conoscono Marx, e lo applicano a loro vantaggio

Condividi quest'articolo su -->

Sapere è potere

Una riflessione di Giuseppe Masala

Nel caso in cui fosse vero che siamo di fronte ad una potente operazione di psyop (guerra psicologica) possiamo trarre alcune considerazioni:

  1.  Le élites dominanti non hanno nessuna paura delle crisi economiche, anzi se necessario le creano.
  2. L’unica cosa che interessa alle élites dominanti è il Potere.

Da cui possiamo dedurre che i migliori conoscitori di Karl Marx sono le élites dominanti del capitalismo che hanno ormai inteso benissimo il meccanismo di funzionamento dell’economia capitalista, così come straordinariamente descritto da Marx.

Inoltre – sempre nell’ipotesi che la crisi sanitaria fosse artificialmente originata (o gonfiata, o controllata al dettaglio) – tali élites dominano e determinano la situazione di crisi applicando le teorie di Michel Foucault in “Sorvegliare e Punire” e in “Microfisica del Potere”, anche utilizzando la Norma Sanitaria (così come magistralmente descritta nel capitolo di Sorvegliare e Punire dal titolo “La città appestata“).

Infine, riqualificano il sistema economico cambiando le abitudini sociali e il modo di produzione e scambio della società con dosi di innovazione inoculabili solo grazie allo shock economico e sociale. Una via di mezzo tra quanto descritto da Schumpeter e prescritto da Friedman.

Se fosse vera questa ipotesi sapete che cosa c’è? Sapete perchè le élites sono élites?

Perchè hanno un livello di conoscenza (e di coscienza) talmente alto che naturalmente dominano. Sapere è Potere.

Condividi quest'articolo su -->

Cerca ancora

Tagliare la spesa pubblica ha impoverito il paese: parola dell’Istat

Come ogni mese, e nel consueto silenzio tombale dei principali organi d’informazione, è uscita la …