Home / Affari di Palazzo / Economia e finanza / La Gabanelli si accoda al coro dell’élite che vuole abolire il contante

La Gabanelli si accoda al coro dell’élite che vuole abolire il contante

Condividi quest'articolo su -->

Bella intervista della Gabanelli oggi che si lancia – da buona progressista ben pensante e ben sapente – nella crociata contro i pagamenti in contanti perchè servirebbero solo a ladri e truffatori. Davvero che tristezza.

di Giuseppe Masala

Ma questa signora lo sa che le banche non aprono conti a persone che non hanno stabilità economica e che con la decisione di abolire i pagamenti in contanti le condanni per sempre a vivere ai margini? Ma lo sa la signora che in Italia ci sono 10 milioni di poveri tra relativi e assoluti? Ma lo sa la signora che dopo questa crisi se ne aggiungeranno altri milioni? Tutta gente che se passasse un simile provvedimento non riuscirebbero a far fronte alle minime esigenze di sopravvivenza?

Altra cosa. Lo sa la signora Gabanelli che c’è un enorme problema di privacy? Se il contante fosse abolito le banche verrebbero in possesso di informazioni cruciali ed esistenziali sulle persone. Per esempio, se una persona dovesse consultare un medico psichiatrico o un medico esperto di malattie trasmissibili sessualmente se non si potesse pagare in contanti la banca sarebbe informata della cosa immediatamente.

Una società dove non c’è tutela della privacy

e una società dove viene considerata “normale” l’esclusione sociale non può privare del contante chi è già vittima. E francamente nascondere tutto dietro la crociata contro il barista o l’idraulico che non fa gli scontrini è inaccettabile.

La vostra società a misura di ricco, magari con il culo al caldo in Rai (senza concorso?), non la voglio. Tutti e dico tutti, hanno diritto di campare, possibilmente in santa pace.

 

Leggi anche:

Eliminazione del contante e crociata contro l’evasione: Conte dichiara guerra alla classe media

Condividi quest'articolo su -->

Di Redazione Elzeviro.eu

Redazione Elzeviro.eu
--> Redazione

Cerca ancora

L’impietoso ritratto dell’Istat su occupazione, sanità ed investimenti

È uscito il consueto report annuale dell’ISTAT, quasi 300 pagine di dati e di statistiche …