Home / Affari di Palazzo / Conte alla dimostrazione di forza politica: la nomina di Savona all’economia

Conte alla dimostrazione di forza politica: la nomina di Savona all’economia

L'economista Paolo Savona.

I giornali inglesi, francesi e tedeschi sono terrorizzati dall’81enne economista professor Paolo Savona come ministro dell’Economia.

Perché?

Perché si trattarebbe per l’appunto di una scelta totalmente positiva per l’Italia, un po’ meno per loro. La scelta di una persona non totalmente acritica nei confronti di un sistema economico globalizzato a trazione germanica che ha portato l’Italia ad avere il tracollo maggiore tra i paesi industrializzati, nell’ambito della crisi globale iniziata nel 2008.

L’Italia è l’unico paese che ancora non è uscito da quella crisi.

Trattandosi della terza economia dell’area Euro, a molti fa comodo che a continui a galleggiare senza tirare su la testa recisamente. La scelta di Savona, euroscettico, andrebbe nella direzione del colpire le delocalizzazioni scriteriate, ma soprattutto dell’incentivare, con una riforma fiscale degna di questo nome, le piccole e medie imprese e l’iniziativa privata.

Image result for conte mattarella
Mattarella ed il premier incaricato Conte

Se l’Irlanda ha attirato capitali da tutto il mondo con una tassazione agevolata, la flat tax al 15% proposta dalla Lega, tanto sfottuta dagli economisti di Bruxelles, farebbe entrare nelle casse del Belpaese denari da tutto il mondo. Paolo Savona sarebbe il nome giusto per attuare tecnicamente la proposta politica proveniente dalla Lega ed avallata dai 5 Stelle nel contratto di Governo, sotto la voce “Pace fiscale“.

L’ennesimo stallo istituzionale

Intorno al nome di Savona si sta consumando un arrocco istituzionale che si gioca sul filo dell’articolo 92 della Costituzione, che dice che il Capo dello Stato nomina i ministri, su proposta del Presidente del Consiglio.

Ecco dunque il primo banco di prova politica per il premier incaricato Giuseppe Conte, che dovrà farsi valere con Mattarella. Qualche giornale ha visto come una leggerezza che avrebbe offeso il capo dello Stato il fatto che Savona si sia dimesso da suoi incarichi lavorativi a cagione dell’imminente nomina.

Invero quello di Savona pare un gesto di grande responsabilità, atto a conferire a colleghi e sottoposti il preavviso minimo per trovare soluzioni giuste all’operare degli affari. In termini di Governo, l’avvertire e il dare il motivo quando non si sarebbe tenuti a farlo, evidentemente, è qualcosa che il Quirinale dovrebbe valutare  come lungimirante e corretto.

Eppure le voci che trapelano dal Colle disegnano un Mattarella stizzito. Un paio d’ore fa, inoltre, Salvini ha postato su facebook uno status con scritto “sono veramente arrabbiato“. Si suppone per lo stallo tra Conte e Mattarella per la nomina di Savona.

Per capire meglio le posizioni economiche del prof. Savona, si abbia riguardo a questo video di presentazione recente dell’ultima sua fatica letteraria.

Di Freddie

Avatar

Cerca ancora

Giorgetti dietro il suicidio politico di Salvini?

Pensare che Matteo Salvini abbia innescato la crisi di governo solo per la speranza di …