Home / Affari di Palazzo / Brexit: l’album comico dei giornali mainstream

Brexit: l’album comico dei giornali mainstream

Condividi quest'articolo su -->

Dopo la vittoria del conservatore Boris Johnson alle elezioni nel Regno Unito, la ratifica da parte del Parlamento britannico e la firma della Regina, la Brexit diviene realtà.

Autore: Gilberto Trombetta

Dal 2016, i giornali mainstream italiani (e relativi aedi minori) hanno sciorinato e collezionato una serie di previsioni ed articoli catastrofisti, improbabili, cataclismatici o finanche assurdi per fare terrorismo psicologico sull’uscita dall’Unione Europea scelta dai britannici. Vale la pena, quindi, ripercorrerne le tappe, in quanto assolutamente memorabili, e figlie tanto della distanza con la realtà, quanto anche della volontà di piegare la realtà all’ideologia.

Perché la realtà è un’altra. Infatti, ci siamo. Ormai è ufficiale. Irreversibile, come ha detto Nigel Farage nel suo discorso di commiato dell’altro giorno.

«Siamo al punto di non ritorno, lasciamo e non torneremo mai più. Il resto sono dettagli».

Adesso che la Brexit è realtà, anche il FMI deve dire le cose come stanno, dopo anni di terrorismo psicologico a reti unificate.

Deve cioè dire quello che molti dicevano da anni. E cioè che non solo non ci sarà nessuna apocalisse o calamità biblica per il Regno Unito con la Brexit, ma che – com’era ovvio – crescerà anzi più dei Paesi dell’Unione Europea. Ed allora ripercorriamola con una breve galleria [Fonte: Giuseppe Rubino, via Twitter], la narrazione che ci è stata proposta per anni a rete unificate.

Perché vista tutta insieme ci si rende conto del livello di menzogna a cui siamo sottoposti da anni. Tutti i giorni. Nella speranza che la profezia di Farage – ovverosia che come già accaduto in passato per lo SME, l’Italia seguirà il regno Unito nell’uscita – si riveli fondata.

Perché anche noi, in fondo «adoriamo l’Europa, ma odiamo l’UnioneUeuropea. Io spero che questo sia l’inizio della fine di questo progetto anti-democratico».

IlSole24Ore
Start Up Italia
Valori.it
IlSole24Ore
Business Insider Italia
Remo Contro
Corriereuniv.it
Ancora Fischia il Vento
Kong News
Agenzia Comunica
Blasting News
La Stampa
InsideOver
Londra, Italia
Affari Internazionali
Adnkronos
Fashion Network
ANSA
Open
QuiFinanza
ANSA
MeteoWeb
Business People
Leggo
Il Post
Repubblica
Euronews
Wall Street Italia
Money.it
Il Giornale
Finanza Online
La Stampa
ConsulPress
Linkiesta
Professione Finanza
InsideOver
Frontiere
Riforma.it
Democratica
La Legge Per Tutti
Blasting News
Corriere della Sera
IlSole24Ore

Revisione ed impostazione grafica: Lorenzo Franzoni

Leggi anche:

Brexit chi? L’economia britannica vola fuori dall’Unione

Condividi quest'articolo su -->

Di Lorenzo Franzoni

Lorenzo Franzoni
Nato nel 1994 a Castiglione delle Stiviere, mantovano di origine e trentino di adozione, si è laureato dapprima in Filosofia e poi in Scienze Storiche all'Università degli Studi di Trento. Nella sua tesi ha trattato dei rapporti italo-libici e delle azioni internazionali di Gheddafi durante il primo decennio al potere del Rais di Sirte, visti e narrati dai quotidiani italiani. La passione per il giornalismo si è fortificata in questo contesto: ha un'inclinazione per le tematiche di politica interna ed estera, per le questioni culturali in generale e per la macroeconomia. Oltre che con Elzeviro.eu, collabora con il progetto editoriale Oltre la Linea dal 2018 e con InsideOver - progetto de il Giornale - dal 2019.

Cerca ancora

Referendum: promemoria per gli elettori del SI’

Il fronte del taglio ha trionfato con percentuali bulgare. Adesso però, a scrutini chiusi e …