Home / Affari di Palazzo / Jack Ma, il miliardario cinese scomparso dopo dichiarazioni sul governo

Jack Ma, il miliardario cinese scomparso dopo dichiarazioni sul governo

Jack Ma, executive chairman of the Alibaba Group, looks up during a panel discussion held as part of the China Development Forum at the Diaoyutai State Guesthouse in Beijing, Saturday, March 19, 2016. (AP Photo/Mark Schiefelbein)

Condividi quest'articolo su -->

Le ultime notizie sul miliardario risalgono al 24 ottobre, data che coincide con la sua ultima apparizione in pubblico.


Jack Ma

È il cofondatore della multinazionale cinese Alibaba, attiva nel campo dell’e-commerce e fondatore della società affiliata Ant Group. La sua è una figura controversa, tra le sue dichiarazioni ricordiamo “se sei povero a 35 anni te lo meriti”.

Nel 2020 era stato dichiarato dalla rivista americana di economia Forbes come l’uomo più ricco della Cina. Nel paese aveva perfino un programma televisivo di successo di cui lui stesso faceva parte come giudice, il talent show Africa’s Business Heroes.

La scomparsa

Per più di due mesi, dalla fine di ottobre, Jack Ma non fa alcuna apparizione pubblica. Neanche nel suo programma, non presentandosi alla puntata finale come già programmato. La scomparsa passa inosservata a tutti fino al 4 Gennaio 2021, data in cui la giornalista Jessica Yun pubblica un articolo su Yahoo Finance dal titolo Il miliardario cinese Jack Ma sospettato scomparso. Nell’articolo espone tutti i segnali d’allarme a sostenimento della scomparsa del magnate cinese, tra cui il sito web del suo stesso programma che ha cancellato il suo volto da ogni foto.

 

Il governo

Il governo cinese ha proibito a tutte le testate giornalistiche del paese di parlare dell’accaduto, e sembra che proprio il governo sia sospettato della scomparsa dell’uomo.
Il discorso che Ma aveva fatto lo scorso 24 ottobre lo aveva visto fare dichiarazioni controverse nei confronti proprio dell’amministrazione del paese, tra cui:


Il sistema finanziario di oggi è l’eredità dell’era industriale.

Dobbiamo crearne uno nuovo per la prossima generazione e per i giovani. dobbiamo riformare il sistema attuale.


Inoltre, durante il discorso ha mosso critiche nei confronti del sistema di regolamentazione cinse per aver soffocato l’innovazione tecnologica e ha paragonato le regole del global banking a un ‘club per anziani’.

Una settimana dopo Ant Group veniva sospesa con la dichiarazione della Borsa di Shanghai che aveva individuato nell’amministrazione della compagnia “problematiche significative quali i cambiamenti nel contesto normativo della tecnologia finanziaria”. La decisione è stata accolta con sorpresa visti i profitti della compagnia (valutata a 37 miliardi di dollari) e il fatto che aveva già ottenuto il via libera dal servizio di sicurezza cinese.
A quel punto le autorità hanno iniziato a condurre indagini antimonopolio sulla multinazionale Alibaba e l’affiliata Ant Group, nel tentativo di fermare la loro egemonia nel settore e-commerce, e soprattutto nel settore finanziario.

Jack Ma diventa uno dei tanti altri personaggi di rilievo del paese dei quali si sono perse tracce. Un altro uomo messo a tacere dal regime di dittatura cinese, che elimina qualsiasi forma di minaccia nei confronti di un sistema che controlla e possiede il popolo, naturale conseguenza della promessa comunista.

Condividi quest'articolo su -->

Di Eleonora Milani

Avatar
Tirocinante presso Elzeviro.eu e studente dell'Università degli Studi di Torino.

Cerca ancora

Vaccino Moderna: in una clinica della California le prime complicazioni

È passato quasi un mese dalla prima somministrazione del vaccino Pfizer BioNTech in Italia e …